Tendenze

Fusion di stili

In un mondo che va sempre più veloce si moltiplicano anche i trend in materia di arredamento, design e moda

Scandinese, recente tendenza. Spesso i neologismi nascono per designare contaminazioni di generi.
È il caso del termine Scandinese che si riferisce a una tendenza impostasi nel mondo dell’arredamento e del design. È l’unione delle parole Scandinavian e Japanese; spesso vengono utilizzate altre combinazioni dei due aggettivi, ovvero Japandi o Japanordic. Tutti questi sostantivi, come si può dedurre, indicano l’incrocio tra gli stili che caratterizzano ciascuno dei due Paesi.

Due territori, Giappone e Scandinavia, geograficamente lontani, ma affini nella cultura del design. Gli elementi in comune sono il minimalismo dalle linee pulite, l’amore e il rispetto per i materiali naturali, la semplicità delle forme e l’apprezzamento per gli oggetti di artigianato, come i vasi in ceramica o i cesti intrecciati. La funzionalità degli spazi è un’altra caratteristica comune che si ritrova nello Scandinese, così come i colori chiari, contrastati da qualche elemento d’arredo dai toni più scuri, spesso di impronta orientale; importante la presenza di piante per indicare la connessione con la natura.


Concentrato di felicità

Nasce in Danimarca ma è comune ai Paesi nordici il concetto di “hygge” che definisce uno stato generale di benessere; lo si può trovare nella condivisione di momenti sereni trascorsi con amici e famigliari, nell’intimità di un ambiente casalingo accogliente e caldo. Lo si respira soprattutto a Natale con l’immagine di candele profumate e cioccolata calda, ma indica una sorta di filosofia di vita da applicare a tutti gli aspetti della quotidianità.


L’arredamento nordico è lineare, caratterizzato da un design funzionale, dall’essenzialità e dalle forme geometriche.
I colori sono chiari, il bianco è predominante. La sobrietà che ne risulta non scade in un’atmosfera asettica, ma l’habitat rimane caldo e luminoso in contrasto con la temperatura fredda all’esterno, anche grazie a qualche tocco di nero rappresentato dai complementi d’arredo e dall’utilizzo di colori pastello quali verde salvia, azzurro polvere, grigio chiaro. Non mancano il legno, sia come colore sia come materiale, e i tessuti naturali come cotone, lino, lana. Uno stile che non ama né il glamour né le mode passeggere.

LE CAPITALI SCANDINAVE DIVENTANO CULLA
DI FASHION STYLE CON LA COPENHAGEN FASHION WEEK
LA OSLO RUNWAY E LA STOCKHOLM FASHION WEEK

 

Format pioniere

In Italia il design nordico è diventato popolare tramite la catena svedese Ikea che fornisce non solo mobili, ma anche i complementi d’arredo per ogni spazio. Nei negozi della catena, inoltre, c’è il ristorante che da anni offre la possibilità di scoprire le specialità svedesi.

Gli interni nipponici, a loro volta, sono creati per donare una sensazione di calma e serenità in sintonia con la filosofia Zen. Le linee sono essenziali per rispondere all’esigenza di funzionalità data dall’esiguità degli spazi. Bianco, nero e grigio uniti ai caldi colori naturali del legno, i colori privilegiati. I materiali utilizzati sono legno, bambù, vetro, carta di riso, oltre a tutti i tessuti naturali. Il rispetto per la natura si estrinseca nella presenza delle piante.

 

LINEE ESSENZIALI E MATERIALI
NATURALI NON TRATTATI
CON TINTURE CHIMICHE

 


L’altra bellezza

L’estetica giapponese si ispira a una sorta di filosofia di vita chiamata “wabi-sabi” che aiuta a vedere la bellezza nell’imperfezione ed è tipica del design nipponico. È uno stato mentale che trae la sua forza dalla cultura zen e che porta a coltivare la gioia. Un concetto che negli oggetti è espresso dal materiale grezzo e dagli oggetti fatti a mano.


Design e moda, in continua evoluzione, sono settori che spesso si influenzano l’un l’altro. Succede quando, ad esempio, le maison di moda si dedicano anche alle collezioni casa. Come ha fatto quest’anno Dolce&Gabbana a Milano con l’apertura di due shop dedicati all’arredamento; e Fendi, con il lancio nel 2021 della collezione FF Design. Anche l’interior design nordico ha influenzato l’abbigliamento caratterizzandolo con il minimalismo, la semplicità e i colori neutri.

LA NOTA CATENA H&M È SVEDESE E HA SEDE A STOCCOLMA; ALTRI MARCHI STANNO ACQUISTANDO SEMPRE PIÙ POPOLARITÀ IN ITALIA

L’abbigliamento ispirato ai Paesi del Nord ha le sfumature di colore che vanno dal beige al grigio e al nero. Le fibre sono naturali come lana, cotone e lino; abiti, maglioni e camicie si caratterizzano per una vestibilità comoda, alcune volte oversize. L’ampiezza si coniuga in un gioco di raffinate sovrapposizioni. Le tonalità neutre utilizzate si spezzano con i colori vivaci degli accessori.

by Marina Sella


Mostra di più